Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

VENEZIA – Antico Teatro di Anatomia di Venezia – Raccontare l’Honduras

giugno 19 @ 18:00 - 23:00

Lunedì 19 giugno | ore 18.00 | Incontriamo Karla Lara e Melissa Cardoza, femministe honduregne.
Azione artistica tra la parola e il canto per raccontare la lotta di emancipazione femminile e indigena in Honduras. Un omaggio, tra racconto e musica, alla vita dell’attivista Berta Cáceres e alla resistenza delle donne honduregne che lottano per la giustizia dei popoli. 
L’incontro è promosso dal Collettivo Italia-Centro America  (CICA).
Un’occasione davvero unica per conoscere queste due artiste e per dialogare con loro. Di ritorno dall’incontro europeo in solidarietà con l’Honduras (che si svolge a Berlino dal 15 al 17 giugno) parte da Venezia il giro italiano di queste due artiste per la presentazione del loro lavoro che le vedrà a Padova, a Milano, in Val di Susa, a Torino, Roma.
 
Melissa Cardoza, scrittrice honduregna attivissima, vicina al femminismo e alla tradizione latinoamericana della narrativa comunitaria. Nata in Honduras, è pedagoga, scrittrice ed è una attivista in difesa dei diritti della terra, dei popoli. Ha vissuto nove anni in Messico dove ha studiato presso la Scuola Messicana di Scrittura, stretto amicizie con femministe, poetesse e illustratrici. Da quando è rientrata in Honduras nel 2006, ha iniziato a raccontare storie di vita di donne straordinarie nella loro quotidianità: donne che non cedono di fronte ai soprusi, attiviste, madri di quartiere. 
Era amica intima di Berta Cáceres (leader del COPINH, vincitrice del Goldman Environmental Prize nel 2015 e assassinata nel marzo 2016 nella sua casa) e non smette d’esigere giustizia per il suo assassinio.
 
Il suo libro, “13 colores de la resistencia hondureña” è una collezione di storie di donne e di sole o organizzate attraverso le quali ci addentriamo nella quotidianità di una terra occupata a forza di piombo e paura. Sentiamo il caldo, l’odore di cibo in strada, i canti e le preghiere. Avvertiamo la forza e il coraggio.
 
Karla Lara, cantautrice honduregna. Femminista e  memenra della Red Nazional de Defensoras de Derechos Humanos, impegnata nella resistenza al colpo di Stato. Canta di persecuzioni politiche, di femminismo e di resistenza. 
Presenta il suo ultimo disco: “Cuando las palabras”, una produzione “femminista e di resistenza”. I testi di questo album sono tutti di Karla Lara, a parte due poemi che ha messo in musica: “Combate” della poetessa Olanchana Clementina Suarez e “La Abeja Fortunata” dell’artista argentina Vilmna Novik Freyre. 
 
Per saperne di più:
 
sulla situazione post elettorale in Honduras:
——————————————-
Il  Teatro Anatomico – La Vida è un cantiere in cui si sviluppano nuove  idee e iniziative contro l’alienazione del patrimonio immobiliare  pubblico. Un luogo di incontro, un catalizzatore di energie, un centro  culturale multi generazionale. E’ soprattutto una comunità, che si  organizza in gruppi di lavoro, campagne pubbliche e momenti di  riflessione per costruire un’altra idea di città, diversa da quella  declinata alla sola monocultura turistica, alla privatizzazione dello  spazio pubblico (il campo, le isole, gli immobili).
La  Vida-ATA è di fatto il simbolo della possibilità di resistere alla  spopolamento della città e si costituisce come un vero laboratorio di  cittadinanza attiva, quotidianamente vissuto e praticato. Uno spazio in  cui proporre azioni concrete a beneficio di tutti.
Dopo  la riapertura dello spazio pubblico e la sua messa in vendita  (settembre 2017), le azioni per impedirne la privatizzazione e il  conseguente sgombero (6 marzo 2018) le attività continuano a La Vida  [Accanto]: un presidio di persone che si contrappone alla  privatizzazione di uno spazio pubblico.