Campagne

Firma subito la petizione online della Rete Europea di Solidarietá con L’Honduras

 

 

Informazioni sul caso di Edwin Espinal

L’attivista onduregno Edwin Róbelo Espinal fu arrestato il 19 gennaio 2018, sulla base di accusazioni costruiti in relazione alle manifestazioni di protesta contro la frode elettorale in Honduras. Fino ad allora le forze di sicurezza di stato avevano già ucciso più di 30 persone che hanno partecipato alle proteste ed anche alcuni passanti indifferenti. Dozzine di dimostranti erano stati incarcerati. Assieme a Raúl Álvarez – anche lui aveva partecipato alle proteste – Edwin è incarcerato dal gennaio 2018 sotto condizioni inumane presso il carcere di massima sicurezza ” La Tolva “, condotta dalle forze armate dello stato onduregno.

Il 18 febbraio 2019 la corte nazionale competente per casi di crimine organizzato, bande e criminalità grave si dichiara non competente per del caso di Edwin e Rául. Di conseguenza entrambi dovrebbero essere congedati dalla carcere di massima sicurezza per potersi difendere di fronte al sistema giudiziario ordinario. Ciò però non accade, ma il caso viene trasportato, comportando la palese violazione dei principi costituzionali e delle norme processuali.

Grazie al suo carisma Edwin Espinal era riuscito a mobilitare molte persone per la resistenza contro lo stato delle cose in Honduras. Per questo motivo, dal colpo di stato militare del 2009 è stato un obiettivo costante della repressione di stato. È stato arrestato svariate volte dal 2009 ed è stato picchiato dalle forze di sicurezza. A seguito della costante persecuzione, nel 2010 la Commissione interamericana per i diritti umani (IACHR) ha emanato misure di protezione a favore di Edwin. Le misure sono state rinnovate nel 2013, poco dopo il raid illegale nella casa della sua famiglia.

Assieme ai membri della famiglia ci sono vari difensori dei diritti umani che temono un processo a scopo sensazionalistico per intimidire tutti coloro che si stanno manifestando contro il regime facendo leva al loro legittimo diritto di protesta sociale.

Secondo ricerche dei comitati locali per la liberazione dei prigionieri, dalla fine del 2017 fino a maggio di quest’anno sono stati criminalizzati 174 membri dell’opposizione per ragioni politiche. Il loro numero continua a crescere in quanto attualmente in tutto il paese ci sono migliaia di onduregni che stanno protestando contro la privatizzazione del sistema sanitario nazionale e dell’educazione pubblica.

Le condizioni carcerarie per prigionieri politici nella carcere di massima sicurezza „La Tolva“:

  • luce del giorno per 2 ore al mese;
  • acqua corrente per 3 ore al giorno, insufficiente approvvigionamento di acqua potabile;
  • visite famigliari limitate e solamente un colloquio di 10 minuti a settimana con gli avvocati, altrimenti nessuna comunicazione col mondo di fuori;
  • divieto di libri, carta e matite
  • Bande criminali che controllano il blocco di cella
  • nessun accesso a trattamento medico in casi urgenti; i famigliari per settimane devono lottare per procurare farmaci e medicinali necessari; dovuto al non trattamento di un’infiammazione all’orecchio Edwin ha perso l’udito
  • nella cella sono presenti incarcerati che patiscono di tubercolosi non curata

Firma subito la petizione online della Rete Europea di Solidarietá con L’Honduras

 

Donazioni per Edwin e Raul

Gli avvocati difensori di Edwin e Raul stanno lottando affinché nelle prossime settimane o mesi venga realizzata un udienza, che dovrebbe permettere loro di essere liberati.

Stiamo raccogliendo 20.000 dollari che sono necessari per la cauzione e per le spese degli avvocati.

Il Tuo contributo è fondamentale!

Dettagli sulla campagna raccolta fondi e sull’utilizzo dei fondi si trovano su:

https://www.gofundme.com/politicalprisonershn

Per chi vuole sostenere Edwin e Raul dall’Italia può versare una donazione a:

Associazione Collettivo Italia Centro America CICA

Banca Etica di Milano
c/c 00000127111
IBAN: IT64 G050 1801 6000 0000 0127 111
COD.BIC: CCRTIT2T84A

Le donazioni a CICA sono detraibile dalle imposte, secondo D.L. n. 35 del 2005, nel limite del 10% del reddito dichiarato e comunque nella Misura massima di 70.000 € annui.

Richiedi una ricevuta attestante la donazione.

Informazioni attuali in italiano, spagnolo ed inglese:

http://www.puchica.org/azione-urgente-liberta-immediata-per-edwin-espinal-e-di-tutti-i-prigionieri-politici-in-honduras/

http://freeedwinespinallibertad.blogspot.com/
https://twitter.com/EdwinLibertad

 

Firma subito la petizione online della Rete Europea di Solidarietá con L’Honduras