Petizione online “GIUSTIZIA PER BERTA”. Unisciti alla raccolta firme

Petizione online “Giustizia per Berta”   07/12/2019 COPINH

CLICCA QUI per aderire alla raccolta firme  esigendo Giustizia per Berta, richiedendo che si proceda nell’indagine, sentenza e sanzione degli autori intellettuali 

 

Di fronte al verdetto di condanna contro sette persone per l’assassinio di Berta Cáceres:noi, Organizzazioni dei Diritti Umani, esigiamo che si proceda nell’indagine, sentenza e sanzione degli autori intellettuali

 Le Americhe/Europa, 5 dicembre 2019

Lo scorso 2 dicembre 2019, la Sala n.1 del Tribunale di Sentenza con giurisdizione nazionale in Materia Penale della città di Tegucigalpa, ha emesso un verdetto contro sette autori materiali per l’assassinio di Berta Cáceres, leader indigena e co-fondatrice del Consiglio Civico di Organizzazioni Popolari ed Indigene dell’Honduras (COPINH), e per il tentato omicidio di Gustavo Castro, fatti accaduti il 2 marzo 2016.

Tra i condannati vi sono dei lavoratori dell’impresa Sviluppi Energetici S. A. (DESA) e membri delle Forze Armate honduregne.

Il Tribunale, che ha emesso la sua sentenza dopo oltre un anno dalla conclusione del giudizio orale, ha  confermato che l’azione di resistenza del popolo lenca, organizzato nel COPINH e capeggiato da Berta Cáceres in difesa del fiume Gualcarque “(…) ha fatto sì che venisse pianificato e concordato il modo per dar morte alla Sig.ra Caceres, il tutto con la conoscenza e il consenso dei dirigenti esecutivi dell’impresa DESA, tra essi il Sig. Sergio Rodríguez ed altri ancora che non sono parte in causa in questo processo.”

Tutto ciò conferma che l’assassinio di Berta Cáceres fu un’azione pianificata e organizzata, essendone i dirigenti esecutivi dell’impresa DESA consapevoli e concordi, col proposito di neutralizzare la resistenza del popolo lenca.

Per questo, noi membri delle organizzazioni nazionali ed internazionali dei diritti umani, siamo stati osservatori fin nei dettagli della ricerca di giustizia per questo crimine e delle violazioni verificatesi attorno a questa causa. Riconosciamo il fatto che siano state pronunciate condanne contro i responsabili materiali, tuttavia serbiamo preoccupazione per la mancata azione contro la totalità degli autori intellettuali.

Pertanto esigiamo dallo Stato dell’Honduras che si porti avanti il processo contro David Castillo, la cui udienza preliminare è stata sospesa in tre occasioni, per azione della sua difesa.

Allo stesso modo sollecitiamo che si proceda nel minor tempo possibile nella gestione di scrupolose azioni investigative e giudiziarie contro gli altri autori intellettuali vincolati al crimine e che attualmente permangono nell’impunità.

Lo Stato dell’Honduras deve agire con diligenza contro gli autori intellettuali, così come ha proceduto contro gli autori materiali.

Parimenti esortiamo lo Stato dell’Honduras a revocare la concessione sul fiume Gualcarque, sacro per la cosmovisione lenca, concessione che organi come la Commissione Interamericana dei Diritti Umani (CIDH) hanno identificato essere la principale fonte di rischio per la vita e l’integrità del popolo lenca e delle comunità del COPINH.

 

Partecipa e firma la petizione online “GIUSTIZIA PER BERTA”affinchè si continui ad identificare gli autori intelettuali dell’uccisione di Berta e di assicurarli alla giustizia!!

https://copinh.org/2019/12/peticion-online/